Un po' della nostra storia

Nel 1967 si apriva il Ristorante "Lo Scudo", dopo essere stato, per tanti anni "Osteria Lo Scudo" dove i lavoratori di passaggio e gli abitanti delle zone vicine, si fermavano per mangiare pesce fritto e formaggio caciotta, prima di riprendere la solita "postale" (pullman) per ritornare in paese. Ancora oggi, sempre con le cure della famiglia Bosco, nel Ristorante "Lo Scudo" si ricercano ingredienti e materia prima, tradizionali locali e si continua la cucina di un tempo. Fra i piatti non può mancare il tipico "Brodetto alla Vastese" con gli indispensabili pomodorini delle "appesarelle", raccolti nell'orto della propria fattoria da cui provengono anche le olive, l'olio, le verdure e la frutta di stagione con la quale vengono preparati i liquori profumatissimi, la frutta spiritosa e sciroppata. Qui si prepara anche il "Nocino", il giorno di San Giovanni, oppure le amarene con cui si produce un delicato liquore. Il mitico dolce "Scoglio di Casarza" è nato qui allo "Scudo" e resterà per sempre inimitabile confezionato con le uova fresche che solo la cara zia Filomena sa fornire. Anche il formaggio qui ha una sua storia, proviene dal vicino Molise, è di bufula e viene scottato sulla brace.